Prenota adesso la tua vacanza a Palermo!

I campi obbligatori sono seguiti da *





RECENSIONE: Apud Jatum, le materie prime fanno la differenza??

Il panorama delle pizzerie palermitane negli ultimi anni ha seguito il trend nazionale delle famosa pizza gourmet, decine di pizzerie si sono reinventate cercando di svecchiare il concetto di pizza ed elevarlo di livello, ma davvero la pizza gourmet si può definire migliore della tradizionale? Scopriamo quella di Apud Jatum

Apud Jatum – Presso Jato

Siamo nelle vicinanze del Monte Jato, precisamente nel piccolo paese di San Cipirello, è qui che da anni Alessandro Traina, titolare della pizzeria Apud Jatum (dal latino “Presso Jato”) coltiva la sua passione per il mondo della pizza, la sua esperienza ventennale non lo ferma cosi nel 2010, decide di arricchire la sua esperienza creando la sua espressione di di pizza gourmet, la pizza “beautiful”, curata nei dettagli e nella qualità, o almeno è questo il suo concetto, vediamola al banco di prova.

L’arrivo in città

Il locale da qualche mese ha affiancato alla storica sede di San Cipirello una nuova location a Palermo città, quindi quale migliore occasione per provare le sue pizze. Cominciamo con il fare una mensione sulla lista d’attesa, la sua nomina di pizza di alto livello si rispecchia nella possibilità di prenotare un tavolo, chiamando il locale infatti dovrete armarvi di pazienza e prenotare con largo anticipo, si parla di settimane. Oppure provare con il turno fisico, tentare la fortuna e andare senza prenotazione, cosi come abbiamo fatto noi, ed in realtà in meno di un ora ci siamo seduti.

La struttura di Palermo si presenza fresca e moderna, i tavoli sono tutti pieni ed è un continuo via vai di camerieri, il fervore si sente tutto, ci accomodiamo e nel giro di pochi minuti ci portano i menù. Devo dire che sin da subito nonostante la frenesia del locale, non ci si sente trascurati, il servizio è stato attento e senza alcuna premura, ma andiamo al menù.

Un menù completo

apud jatum antipasto

Il menù si divide in 4 macrosezioni, dove dopo gli antipasti vengono elencate le “Pizze Tradizionali”, “Pizze Stagionali” e le famose “Pizze beautiful“. Nella sezione degli antipasti balzano subito all’occhio i fagottini, in versione funghi, pistacchio e piccante, i prezzi non sono proprio economici, ma non appena lo vedrete arrivare al tavolo dimenticherete i 8€ sborsati per il vostro fagottino. La sezione delle pizze è molto varia, con ingredienti ben bilanciati, noi optiamo per una “Rossa” ed una “Spinosa”, non è presente aimè una grossa selezione di birre escluse quelle più commerciali.

La pizza “Beautiful”

apud jatum pizza

Effettuato il nostro ordine i tempi sono stati più che accettabili, poco dopo le bevande sono arrivati i nostri antipasti, un classico misto caldo senza infamia e senza lode, forse un po esagerato il prezzo (6 euro), la patate sono in formato chips non proprio le mie preferite, ma almeno sono artigianali e non surgelate. Ma la vera sorpresa è stato il fagottino al pistacchio, una vera goduria per gli occhi e per il palato, composto da un’intera scamorza affumicata avvolta da bacon ed inondata da una fonduta di formaggio e granella di pistacchio, davvero un must! Tra l’antipasto e le pizze c’è stata una giusta pausa ed anche l’arrivo delle pizze è stato altrettanto sorprendente. Le “pizze hanno davvero una bella faccia, l’impasto croccante e ben idratato con una giusta quantità di ingredienti. La “Rossa” è una pizza da effetto wow, condita con fiocchi di prociutto crudo, zucca rossa, stracciatella, funghi porcini, scaglie di mandorle e granella di pistacchi.
Al morso si sente la corposità dell’impasto forcito con semi di cereali, gli ingredienti sono al top ed gusto è delicato e rustico allo stesso tempo, la cifra da sborsare per una pizza del genere è in linea con le varie pizzerie gourmet (15€) e li vale tutti. La “spinosa” lo è solo nel nome, infatti il gusto dei carciofi è di una delicatezza e dolcezza senza eguali, cosi come la mozzarella di bufala che contrasta il gusto deciso della salsiccia locale.

Il dolce c’è in ogni caso

apud jatum dolce

Al termine di questa gustosa cena, i nostri sensi erano del tutto soddisfatti, abbiamo gentilmente declinato la scelta di un dolce dal menù, ma ci hanno gentilmente offerto dei piccoli bocconcini di pane pizza conditi con colata di cioccolato, un gesto sicuramente apprezzato.
In definitiva non possiamo dire se le materie prime fanno la differenza, in giro per l’italia ci sono tante pizzerie con con ingredienti basilari raccontano comunque la storia di un pasto che ci simboleggia in tutto il mondo, ma quello che ci sentiamo sicuramente di affermare è che la professionalità e lo studio e conoscenza delle materie prime permette di offrire prodotti ad un livello che può decimare la concorrenza, il nostro giudizio sulla cucina di Alessandro Traina e della sua pizzeria Apud Jatum ci lascia piacevolmente sorpresi, un prezzo in linea con la concorenza, un servizio attento per dei prodotti ben realizzati, insomma, da provare e ritornare.

Articolo creato 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto