Prenota adesso la tua vacanza a Palermo!

I campi obbligatori sono seguiti da *





Cosa fare a Palermo quando piove

Con i suoi 285 giorni di sole all’anno, Palermo si classifica nella top 10 delle città più soleggiate d’Italia, ma se sei incappato a Palermo nella restante parte dei giorni, non ritenerti sfortunato, Palermo riserva diverse sorprese da scoprire con e senza l’ombrello!

Una visita ai musei

Crocevia di diverse popolazioni e tradizioni, Palermo è un vero e proprio museo a cielo aperto, ma quando dal cielo è la pioggia a cadere, rifiugiarsi in un museo tradizionale è un ottima soluzione per investire il proprio tempo in scoperte affrascinanti. Per coloro che amano l’arte moderna, la visita alla “GAM”, (Galleria d’Arte Moderna), vi permetterà di ammirare opere di artisti come Guttuso e De Chirico. Per i piccoli scienziati o appassionati di storia antica, il “Museo Gemellaro” potrebbe fare al caso vostro. Reperti di elefanti nani, utensili preistorici e specie rare di calcite e zolfo, sono solo alcuni degli oggetti che varranno la visita al museo. Se vuoi provare qualcosa di più caratteristico, il “Museo Internazionale delle marionette” ti intratterrà con le sue 3500 marionette a filo. Lo stesso museo ospita inoltre una biblioteca con migliaia di volumi su tradizioni popolari e manoscritti ottocenteschi.

Tra le bancarelle dei mercati

Nel caso tu non fossi un tipo da museo, non disperare, anche se fuori piove, abbiamo diversi consigli in serbo per te. Potresti approfittare della pioggia, per visitare uno dei mercati di Palermo, come il Mercato di Ballarò, della Vucciria o del Capo. Situati nel centro storico, i mercati di Palermo, sono un susseguirsi di bancarelle colorate e profumi etnici da ammirare anche sotto la pioggia, con le loro atmosfere vivaci e rumorose, ti regaleranno un esperienza unica ed autentica.

Esplora i monumenti

In una giornata di pioggia Palermo, tuttavia potresti optare per la visita di qualche monumento della città. La maggior parte dei monumenti di Palermo, offrono una visione di magnificenza già da fuori. Palazzi sfarzosi, chiese barocche o edifici in stile liberty ne sono alcuni esempi, ma molti altri nascondono all’interno tesori immensi della cultura palermitana, uno di questi è Palazzo dei Normanni, dove potrai decidere di trascorrere del tempo al riparo dalla pioggia. Inizialmente costruito come residenza dei re, ospita al suo interno opere di grande pregio artistico. Tra le mura del palazzo, dedica del tempo alla “Cappella Palatina” una delle più antiche e belle cappelle bizantine d’Europa. Per gli estimatori delle opere teatrali, una visita all’interno del “Teatro Massimo”, potrebbe far sembrare un lontano ricordo la pioggia lasciata fuori. Nel corso della visita, scoprirai la “Sala Grande”, il salotto annello al “Palco Reale” e altri suggestivi spazi del teatro ideato da Giovan Battista Basile.

Dedica del tempo alla tradizione culinaria

Se questa rara giornata uggiosa in quel di Palermo, ti ha messo appetito, ti aspettano diversi tour gastronomici, che non si lasciano impallidire davanti ad un pò di pioggia. Scopri la cucina palermitana attraverso degustazioni di cibo o una visita ai locali, per assaggiare piatti tipici come “arancine” o “panelle e crocchè”, puoi trovare un goloso approfondimento sul nostro articolo qui. Oppure siediti al tavolo di una delle tante osterie e dimentica lo scorere del tempo fra una specialità e l’altra.

Palermo e provincia

Un ultima opzione e forse la più scontata, è quella di esplorare i dintorni di Palermo, dove probabilmente la pioggia non ha ancora fatto tappa. Monreale, potrebbe essere una valida alternativa. Situata alle porte di Palermo, essa cela una delle perle del percorso arabo-normanno. Il “Duomo di Monreale” è un luogo unico al mondo, i mosaici che lo impreziosiscono vi ammalieranno, cosi come il maestoso organo, unico in Italia per le sue caratteristiche. Anche Bagheria merita una visita fuori porta. Con le sue innumerevoli ville, una fra tutte vi resterà impressa, “Villa Palagonia”, o villa dei mostri, per via delle sue numerose statue deformi che attirarono le attenzioni di diversi artisti, come Salvador Dalì, Goethe e Renato Guttuso. Proprio a quest’ultimo, autore della splendida tela “La Vucciria”, la città di Bagheria, ha dedicato un museo, dove poter apprezzare molte delle sue opere.

Bene, se ancora non ha smesso di piovere, non demoralizzarti, adesso hai solo l’imbarazzo della scelta. Dai musei storici, ai ristoranti tradizionali dove poter gustare la cucina locale, non importa come decidiate di passare il vostro tempo a Palermo, ricordate che la città ha sempre qualcosa da offrire anche sotto la pioggia, e soprattutto, che non può piovere per sempre!

Articolo creato 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto